Informativa cookies

Questo sito web usa i cookies per l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Proseguendo la navigazione nel nostro sito web e non modificando le impostazioni del browser, autorizzi l'utilizzo di cookie.
Garante Privacy - Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie.

Conciliazione: generalita’

Agosto 20th, 2007 by admin

L’accordo sottoscritto in sede ARAN il 18 ottobre 2001, recepito dall’art. 130 del CCNL sottoscritto il 24/07/2003, disciplina una nuova procedura di conciliazione per il personale del comparto Scuola.

In particolare, l’art. 1 comma 1 del menzionato Accordo prevede che nelle controversie individuali di lavoro il tentativo obbligatorio di conciliazione di cui all’art. 410 del C.P.C. può svolgersi, oltre che secondo le forme previste dall’art. 66 del D.Lgs. n. 165/2001 e dal C.C.N.Q. del 23.1.2001, anche sulla base della nuova procedura descritta dallo stesso accordo.
La nuova procedura di conciliazione è utilizzabile per tutte le controversie, relative allo status di lavoratore appartenente al comparto scuola, purché rientranti nell’ambito della giurisdizione del giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.
Il nuovo modello di tentativo di conciliazione persegue la duplice finalità:
- garantire alle parti una più rapida definizione delle controversie di lavoro attraverso una semplificazione, nei tempi e nei costi, dei procedimenti contenziosi
- ridurre, intervenendo con idonei strumenti deflativi, la gran mole del contenzioso giudiziale rappresentando nel contempo condizione di procedibilità per l’instaurazione del giudizio davanti al giudice ordinario.
Il tentativo di conciliazione non può essere promosso se la controversia riguarda la materia delle procedure concorsuali, che, ai sensi dell’art. 65 comma 4 del D.Lgs. n. 165/2001, è rimasta di competenza giurisdizionale del giudice amministrativo.
In conformità all’orientamento giurisprudenziale dominante: “per procedura concorsuale per l’assunzione dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni si intende ogni procedura concorsuale finalizzata alla selezione del personale da assumere a tempo determinato o indeterminato, dalla fase di pubblicazione del bando di concorso sino all’approvazione della graduatoria e degli atti concorsuali”

Scritto : Lunedì, 20 Agosto , 2007 alle 15:55 archiviato come Conciliazione. Puoi seguire tutte le risposte con RSS 2.0 feed. I commenti sono al momento chiusi, Ma puoi tracciare nel tuo sito.

Comments are closed.